mercoledì 23 maggio 2012

I più simili al mondo


Cicerone una volta scrisse :" Chi osserva un vero amico osserva come l' immagine di se stesso... Come può essere " vivibile una vita" che non trovi sollievo nel reciproco affetto di un amico?  Cosa c'è di più dolce che avere una persona a cui confidare tutto, senza timori, come a te stesso? Quale frutto ci sarebbe nei successi senza avere qualcuno capace di goderne come te? Con difficoltà, poi, potresti affrontare le disgrazie senza un amico che ne soffra anche più di te... L' amicizia, infatti, conferisce più vivo splendore ai successi e allevia il peso delle avversità, dividendole e rendendole comuni."
Cicerone, senza dubbio, aveva capito il significato profondo della parola "amicizia": non una semplice conoscenza dell' altro, ma condivisione, dedizione, lealtà e sincerità.
Credo che ognuno di noi abbia la necessità di trovare "l' immagine di se stesso" anche se, purtroppo molto spesso, prima di trovarla davvero, si è costretti a camminare nel sentiero delle delusioni e delle spiacevoli scoperte, ma quando la si trova il sentimento è inconfodibile e rasserenante.
"Io e te siamo i più simili al mondo". La prima volta che abbiamo pronunciato queste parole, da quel momento ripetute sistematicamente come una parola d' ordine, guardandoci negli occhi, io e mio fratello  abbiamo capito che era una promessa. Lui è, senza alcun dubbio, il mio più simile al mondo. Abbiamo sentimenti ed emozioni molto simili, interessi affini, paure uguali. Lottiamo per gli stessi ideali, perseguiamo gli stessi sogni, ci proteggiamo, ci difendiamo, ci ascoltiamo, ridiamo e piangiamo. Ci basta guardarci velocemente negli occhi anche in mezzo a migliaia di persone e sappiamo quale sia il pensiero dell' altro. Credo che questo sia uno dei più bei doni con i quali la vita mi abbia premiata.
La nostra differenza di anni è notevole ma non ha mai impedito che fossimo un punto di riferimento l' uno per l' altro e credo che questo abbia reso veramente più gioiose le gioie e meno difficili le avversità.
Ci dicevano che avendo così tanti anni di differenza saremmo stasi entrambi "figli unici" ma si sbagliavano. Questa differenza è stata una delle più belle esperienze della mia vita. Mi ha permesso di provare l' emozione di sentire qualcuno che mi considera un modello, che cerca, anche se non sarebbe necessario, di imitarmi in cose piccole  e grandi, dalle ordinazioni in gelateria dicendomi: " tu prendi sempre le cose furbe" alle grandi scelte della vita. Mi ha insegnato a dare l'esempio, a pensare a come le mie decisioni abbiano influenza sugli altri. Ora, adulti, siamo fratelli ed amici, compagni e psicologi l' uno dell' altro. Abbiamo condiviso dolori che nessun altro può capire, gioiamo di cose che spesso sono insignificanti per chi ci sta vicino. Passiamo ore davanti ad una tazzina di caffè perchè è il " nostro momento",  facendo perdere la pazienza a chi ci sta intorno, parliamo in codice e ci convinciamo a farci piacere le serie TV che l' altro segue  solo per poi poter discutere ogni puntata per ore, come se i personaggi fossero i nostri vicini di casa.
Abbiamo vissuto lontano per anni, viste le mie scelte di vita, ma l' anno scorso il mio piccolo fratellone ha deciso di regalare un anno al Nicaragua e abbiamo riprovato cosa significa vivere quasi insieme, anche se non più nella nostra cameretta rosa e verde. Questa settimana è tornato qui da noi in Nicaragua e non esiste regalo migliore per me!

Voglio ringraziare tantissimo Antonella per questo premio che mi ha fatto molto piacere:


Il regolamento prevede che io condivida tre cosette:

1) tre mestieri che mi piacerebbe fare:
        - wedding planner
        - insegnante di letteratura
        - avere un negozio di cupcakes

2) una canzone che mi piace molto:
        "I don't want to be" di Gavin DeGraw

E, anche se in questo modo non seguo il regolamento che prevede io doni questo premio a 12 blog,
3)  io lo desidero donare a tutti coloro che vengono a leggermi!

Ringrazio anche di cuore Annamaria per questo bellissimo premio... sono felice di essere considerata creativa!

Ora devo donarlo ad altri 5 blog... vediamo un po':

- Il cast della nostra vita
- Le mille e una idee di Vale
- Il vento nei capelli
- La creatività e i suoi colori
- Distrazioni sfiziose in cucina




22 commenti:

  1. Che bello Diana! Ti auguro di passare dei bellissimi momenti di nuovo con lui! A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima! Me li godrò in ogni singolo istante! Un abbraccio!

      Elimina
  2. Che bel rapporto che vi lega :) .. Io ho due sorelle più piccole e a volte ci immagino tra 10-20 anni a parlare dei nostri figli, dei nostri mariti, delle nostre vite.. La mia non la posso immaginare senza di loro. Per quanto riguarda la frase di Cicerone, leggendola ho subito pensato a una delle mie migliori amiche, una vera amica. Lei è praticamente una sorella per me e posso dire che spesso è l'immagine di me stessa.. Sono contenta per questo bel regalo che ti ha fatto tuo fratello :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, il regalo che mi ha fatto mio fratello è il migliore! Ti abbraccio!

      Elimina
  3. e non è mica facile trovarla una persona così :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero... non è per niente facile! Benvenuta da me!

      Elimina
  4. Bellissimo questo legame che vi unisce!
    Ti capisco quando parli di conversazione in codice o di piccole cose che vi fanno sorridere e discutere .. Anche io ho questo Rapp con mia sorella :)
    Goditi tuo fratello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vaty, lo farò sicuramente! Sono smepre contenta quando passi a trovarmi! Un abbraccione!

      Elimina
  5. Che bello che vi siete ritrovati per condividere un'esperienza cosi speciale! E' un grande amore quello che descrivi, un amico e un fratello nella stessa persona! Non e' così banale, mio marito ha una sorella molto più piccola e loro sono invece il giorno e la notte. Tanti giorni felici, allora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marzia! Ti abbraccio a presto

      Elimina
  6. Goditi questi giorno,te lo meriti !!!

    RispondiElimina
  7. Io sono filgia unica e quando sento che esistono questi legami così forte un pò mi manca avere una sorella o un fratello.
    Goditi questo momento così magico!
    Un abbraccio!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mery... un abbraccio anche a te!

      Elimina
  8. Carissima Diana,sei una persona meravigliosa, ed è bellissimo il rapporto che hai con tuo fratello.
    Io purtroppo sono figlia unica, ma fortunatamente ho affianco a me una persona eccezionale che ricopre ogni ruolo: marito, amico, fratello....
    Però non è molto bello essere figli unici e per questo ho voluto regalare alla mia prima figlia un fratellino....è meraviglioso vedere la loro complicità, il loro amore reciproco ed il loro proteggersi a vicenda...ognuno di loro avrà sempre l'amore, la comprensione, il sotegno, la complicità dell'altro...e questo mi rende serena.
    Grazie per il premio che mi hai donato.
    Un grande BACIO

    RispondiElimina
  9. ....finalmente.....era ora che potessi dire la mia....sono tornata on line....per ora almeno.... comunque....sono spettatrice di questo rapporto da....sempre....ancora prima che nascesse topo gigio.... è davvero bello..... che duri sempre....un abbraccio....

    RispondiElimina
  10. Io sono figlia unica e non ho mai voluto un fratello o una sorella, perchè ero un po' gelosa delle mie cose e non volevo dividerle con altri. Ora però qualche volta penso a come sarebbe ora la mia vita di adulta con un fratello/sorella a fianco...e l'idea mi piace.
    L'amicizia per fortuna l'ho trovata, anche se non ci vediamo più spessissimo, so che ci saremo sempre l'una per l'altra.
    Goditi il tuo fratellino! Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Spirulina... lo farò sicuramente! Un abbraccio!

      Elimina
  11. Risposte
    1. Questo legame forte è stato tutto merito tuo mammina! Grazie per questo meraviglioso regalo!

      Elimina
  12. Ho due bimbi. Hanno 23 mesi di differenza. Ho una sorella ed un fratello e per me era assoluto che mia figlia non restasse sola. Lei e suo fratello crescono insieme, sono praticamente coetanei. Spero di fare un buon lavoro come ha fatto la tua mamma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. QUando si fa il possibile, credo che sia sempre un buon lavoro. Un abbraccio!

      Elimina